Camera di Commercio di Teramo



Motore di ricerca contenuti





News


Strumenti

Stampa questa pagina Invia questa pagina

Contenuto

RAEE - Comunicazione annuale


Il D.P.C.M. 20 dicembre 2012 prevede che entro il 30 aprile 2013 sia presentata la comunicazione annuale sulle quantità di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato nel corso del 2012, da parte dei produttori iscritti al Registro nazionale apparecchiature elettriche ed elettroniche.


Si ricorda che l'art. 13 comma 6, del D. Lgs. n. 151/2005, così come modificato dall'art. 21, comma 2, lett. e) della legge 4 giugno 2010, n. 96 e dall'art. 6 del D.M. n. 185/2007 prevedono che i "produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche" comunichino al Comitato di vigilanza e di controllo, con cadenza annuale - avvalendosi del modello di dichiarazione ambientale di cui alla legge n. 70/1994 - la quantità e le categorie di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato, raccolte attraverso tutti i canali, reimpiegate, riciclate e recuperate, il quantitativo dei rifiuti raccolti ed esportati espresso in peso o, se non è possibile, in numero, nonché le indicazioni relative alla garanzia finanziaria prevista dal presente decreto.

La trasmissione dei dati può essere eseguita solo per via telematica collegandosi al portale http://www.impresa.gov.it/ accessibile tramite il sito http://www.registroaee.it/

Gas fluorurati - Operativo il Registro telematico nazionale


E' operativo il Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, istituito ai sensi dell'art. 13 del decreto 27 gennaio 2012, n. 43, presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e gestito dalle camere di commercio capoluogo di regione.


Le imprese che svolgono le seguenti attività devono iscriversi al Registro entro 60 giorni dalla data di inizio della sua operatività:

  1. installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti gas fluorurati ad effetto serra;
  2. installazione, manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti gas fluorurati ad effetto serra;
  3. recupero di gas fluorurati ad effetto serra dai commutatori ad alta tensione;
  4. recupero di solventi a base di gas fluorurati ad effetto serra dalle apparecchiature che li contengono;
  5. recupero di gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore.

Le persone che lavorano presso imprese che svolgono le attività di cui sopra devono anch'esse, per poter continuare a svolgere la loro attività, iscriversi al Registro entro 60 giorni dal suo avvio.

Per l'iscrizione al Registro è operativo il sito https://scrivania.fgas.it/.

Per ulteriori informazioni consultare il sito http://www.fgas.it/.

Il sistema telematico indirizza le pratiche alla Camera di Commercio competente cioè la Camera di Commercio del capoluogo di regione ove è iscritta la sede legale dell'impresa o ove ha il domicilio la persona fisica.


Guida al Registro



 

Contatti:
Camera di Commercio dell'Aquila
http://www.aq.camcom.it/
Anna Rita Zuccarini 0862 667252
ambiente@aq.camcom.it

Premio Confindustria "Abruzzo Green"


Confindustria Abruzzo lancia il Premio Confindustria Abruzzo Green per valorizzare le imprese che sono entrate nella logica della green economy e che applicano nei propri processi produttivi un sistema integrato di recupero, riutilizzo e riduzione di materiali, energia e acqua.

Il Premio si rivolge a tutte le realtà imprenditoriali che operano nei settori secondario e terziario nel territorio abruzzese. Sono escluse le aziende agricole, tranne quelle che operano nel settore agro-industriale. La partecipazione è gratuita.

Per partecipare basta compilare la domanda di partecipazione, specificando l'ambito per cui si concorre e descrivendo l'innovazione adottata per raggiungere i propri obiettivi di eco-efficienza. La scheda va inviata via e-mail a martina.delfino@carsa.it.

La scadenza per l'invio delle schede è stata prorogata dal 30 maggio al 30 giugno 2012.

Saranno premiate le 3 aziende prime classificate per le 3 categorie. Il Premio dà diritto all'uso del logo Premio Confindustria Abruzzo Green 2012 per un anno per promuovere la propria immagine di azienda virtuosa.

Le schede saranno pubblicate sul sito di Confindustria Abruzzo e saranno raccolte in una pubblicazione sulle "Buone Prassi in Abruzzo per l'innovazione e la sostenibilità ambientale"

Scarica la documentazione:
http://www.confindustria.abruzzo.it/carsa/home.html

Sistri (Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti)


Dal 14 gennaio 2010 è in vigore il nuovo Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti (SISTRI - decreto del Ministero dell'Ambiente 17 dicembre 2009 - Gazzetta Ufficiale serie generale n. 9 del 13/01/2010- supplemento ordinario n. 10).

L'avvio di questo sistema sostituirà le tradizionali scritture ambientali (registro di carico e scarico, formulario e Mud) attraverso dispositivi elettronici USB ed una black box da installare sui mezzi di trasporto.

I soggetti obbligati, individuati dall'art. 1 del decreto, sono tenuti ad iscriversi al SISTRI con le seguenti modalità:

On-line collegandosi al portale Sistri (attivo 24 ore su 24 tutti i giorni della settimana)
Via faz 800 05 08 63 (modulistica disponibile nel portale Sistri)
Numero Verde 800 00 38 36 (nei giorni feriali, compreso il sabato, dalle 06.00 alle 22.00, sino alla scadenza del termine previsto per l'iscrizione).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti si rimanda al portale Sistri e al numero verde 800 00 38 36.

Albo Gestori rifiuti


L'Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti è costituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio.

E' articolato in un Comitato Nazionale, con sede presso il medesimo Ministero, e in Sezioni regionali e provinciali, con sede presso le Camere di commercio dei capoluoghi di regione e delle province autonome di Trento e Bolzano. Il Comitato Nazionale e le Sezioni regionali e provinciali sono interconnessi dalla rete telematica delle Camere di commercio.

www.albogestoririfiuti.it

Registro dei produttori di pile e accumulatori


Si rende noto che  sulla Gazzetta Ufficiale del 1 luglio è stato pubblicato il D.L. 01/07/2009, n. 78  ("Provvedimento anticrisi") che tra le varie disposizioni prevede, all'articolo 23 comma 11, che  la scadenza per l'iscrizione al registro pile e accumulatori debba essere effettuta entro 9 mesi dalla data di entrata in vigore del D.Lgs. 188/2008 (e non entro i 6 mesi previsti dal D.Lgs 188).
Conseguentemente la scadenza per l'iscrizione è prorogata al 18 settembre 2009.

Le imprese produttrici di pile ed accumulatori nonchè le imprese che immettono per la prima volta sul mercato pile o accumulatori (compresi quelli incorporati in apparecchi o veicoli), come previsto dal D.Lgs. 188 del 20 novembre 2008 devono iscriversi entro il 18 giugno 2009 al Registro nazionale tenuto dal Ministero dell' Ambiente per il tramite delle Camere di commercio competenti per territorio, esclusivamente per via telematica, con modalità analoghe a quelle seguite per il Registro AEE.

Modalità di iscrizione
I produttori di pile ed accumulatori  accederanno alla procedura per l'iscrizione tramite il portale www.impresa.gov.it.
Il sistema consente all 'utente, dotato di dispositivo di firma digitale con certificato di autenticazione, di configurare il proprio profilo attraverso la dichiarazione dello status di legale rappresentante di una o più imprese e poter quindi presentare la pratica.
L'utente deve inserire il codice fiscale dell'impresa e il sistema verificherà che il titolare della firma digitale abbia cariche di legale rappresentanza o di procura per l'impresa. La verifica viene effettuata in cooperazione applicativa con il Registro Imprese.
I produttori, oltre alle informazioni anagrafi che che verranno recuperate dal Registro delle Imprese, dovranno fornire le seguenti informazioni:

-  codice Istat specifico per l'attività
-  iscrizione in altri registri europei o al Registro dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche
-  tipologie di pile ed accumulatori immessa sul mercato nell'anno precedente e relativa quantità
-  sistema di finanziamento adottato; in caso di sistema collettivo dovrà essere indicato il nominativo.

La procedura di iscrizione sarà guidata ed assistita con apposite funzioni di help on Line; le imprese potranno utilizzare un servizio di assistenza on Line, raggiungibile alla casella di posta elettronica info@registropile.it.
L'iscrizione avverrà esclusivamente per via telematica, mediante dispositivo di firma digitale, dotato di certificato di autenticazione in capo al legale rappresentante.
Una volta trasmessa la pratica l'impresa riceverà un attestato di presentazione.
A conclusione della verifica svolta dalla Camera di commercio, l'impresa potrà scaricare un attestato di iscrizione contenente il numero da utilizzare nella propria documentazione.
Il versamento degli importi richiesti avverrà con le procedure di seguito dettagliate.

Pagamenti Iscrizione Registro Pile
Visto che i produttori, ai sensi del decreto legislativo, possono immettere sul mercato le pile e gli accumulatori solo a seguito di iscrizione al "Registro nazionale ", da effettuarsi presso la Camera di commercio di competenza, l'iscrizione al Registro, comporta il versamento:

- della tassa di concessione governativa (pari a 168 €)
- dell'imposta di bollo (pari a 14,62 €)

Tali pagamenti potranno essere effettuati con una delle due modalità di seguito descritte:

A. Pagamento tramite Telemaco e tramite bollettino postale
1. Compilazione della pratica attraverso l'interfaccia utente offerta dalla procedura
informatica.
2. Pagamento della Tassa di Concessione Governativa T.C.G.) mediante versamento in C/C postale n. 8003 intestato a "Agenzia delle entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse Concessioni Governative" - Codice causale 8617 "altri atti".
3. Upload della copia dell'attestato di versamento della T.C.G. acquisita mediante scanner. Si ricorda che la CCIAA non dovrà trasmettere al Ministero dell'Ambiente l'originale dell'attestazione di pagamento.
4. Trasmissione della pratica e relativi allegati, dal Portale www.impresa.gov.it. alla CCIAA competente. Il backoffice per le CCIAA restituisce automaticamente all'utente una ricevuta di avvenuta presentazione con codice pratica.
5. Accesso a Telemaco Pay (menù Adempimenti Ambientali / "Pagamenti Vari") per il pagamento dell'imposta di bollo.
6. Indicazione del codice pratica (desunto dalla ricevuta).
7. Conferma dell'operazione di pagamento e stampa esito.

B. Pagamento tramite bollettino postale
1 Compilazione della pratica attraverso l'interfaccia utente offerta dal portale http://www.impresa.gov.it/.
2. Pagamento della Tassa di Concessione Governativa mediante versamento in C/C postale così come indicato nel punto A
3. Versamento dell'imposta di bollo tramite versamento sul c/c postale n. 202648  intestato alla Camera di Commercio di Teramo (causale "Imposta di bollo- Registro Pile")
4. Upload in unica soluzione della copia di tutti gli attestati di versamento (imposta di bollo e T.C.G.) acquisiti mediante scanner in un unico documento.
5. Trasmissione della pratica e relativi allegati, dal Portale www.impresa.gov.it alla CCIAA di Teramo. Il backoffice per le CCIAA restituisce automaticamente all'utente una ricevuta di avvenuta presentazione con codice pratica.

Tramite il sito www.registropile.it sono inoltre rese disponibili informazioni più dettagliate sulla normativa e sui soggetti obbligati all'iscrizione, mentre per le imprese è attivo un servizio di assistenza telematica, raggiungibile alla casella di posta elettronica info@registropile.it.

Documentazione:

D.Lgs. 20 novembre 2008, n. 188

Manuale iscrizione produttore nazionale

Manuale iscrizione produttore estero 

Manuale iscrizione sistema collettivo di finanziamento

Borsa Telematica del Recupero


La Camera di Commercio di Teramo ha aderito al servizio Borsa Telematica del Recupero, portale verticale sul recupero e riciclaggio, destinato ad aziende produttrici di rifiuti, rifiuti recuperabili, materiali derivanti da recupero e riciclaggio e a gestori di servizi di recupero e smaltimento di rifiuti.

Decreto Legislativo 161/2006 (COV)


Il D.lgs 14 febbraio 2008, n. 33 ha apportato alcune modifiche al D.lgs 27 marzo 2006, n. 161 (Attuazione della direttiva 2004/42/Ce, per la limitazione delle emissioni di composti organici volatili conseguenti all'uso di solventi in talune pitture e vernici, nonché in prodotti per la carrozzeria).

Una delle modifiche riguarda l'articolo 5, che prevede che i soggetti che immettono sul mercato i prodotti elencati nell'allegato I al D.Lgs 161 trasmettono al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, per il tramite delle Camere di Commercio, entro il 31 marzo 2008 ( termine non perentorio) e, successivamente, entro il 1° marzo di ciascun anno, i dati e le informazioni, riferiti all'anno civile precedente, relativi alla tipologia e alla quantità di prodotti immessi sul mercato.

Per l'immissione sul mercato si intende qualsiasi atto di messa a disposizione del prodotto per i terzi, a titolo oneroso o a titolo gratuito; compresa la messa a disposizione del prodotto per gli intermediari, per i grossisti, per i rivenditori finali o per gli utenti e l'importazione del prodotto nel territorio doganale comunitario.

La comunicazione dovrà essere spedita esclusivamente a mezzo di raccomandata senza avviso di ricevimento al seguente indirizzo:

RACCOLTA DATI D.Lgs 161/2006 - CAMERE DI COMMERCIO
c/o Ecocerved Scarl
Casella Postale 843
35122 - PADOVA CENTRO (PD)

Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura "Raccolta dati articolo 5 D.Lgs 161/2006" nonché l'indicazione del Codice fiscale, Ragione sociale e indirizzo completo dell'impresa mittente.

Scarica modulistica e istruzioni

Il nuovo codice ambientale

Novità per chi trasporta rifiuti

Il nuovo codice ambientale (Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152) ha stabilito, all'articolo 212, comma 8, che anche le imprese che esercitano la raccolta e il trasporto dei propri rifiuti non pericolosi come attività ordinaria e regolare, nonché le imprese che trasportano i propri rifiuti pericolosi in quantità che non eccedano trenta chilogrammi/litri al giorno, devono essere iscritte all'Albo Nazionale Gestori Rifiuti presso la Sezione regionale (che ha sede a L'Aquila). L'iscrizione è soggetta al pagamento di un diritto annuale di 50 euro. La Sezione regionale, ricevuta la richiesta e verificata l'iscrizione dell'impresa nel Registro imprese della Camera di Commercio, rilascia immediatamente all'interessato apposita ricevuta.

La domanda di iscrizione deve essere compilata sugli appositi modelli della sezione Regionale Abruzzo dell'Albo Gestori Rifiuti:

1. modello di domanda d'iscrizione (collegamento a http://www.gestoririfiuti.abruzzo.it/) - da compilarsi a cura del titolare dell'impresa individuale o del legale rappresentante della società;
2. modello intercalare P (collegamento a http://www.gestoririfiuti.abruzzo.it/) - da compilarsi a cura dei soci amministratori delle società in nome collettivo, degli accomandatari delle società in accomandita semplice e degli amministratori muniti di rappresentanza in tutti gli altri casi.

Per ogni altro chiarimento, contattare direttamente la sezione regionale dell'Aquila (tel. 0862-6672.33/77/61/51 - sito Web: http://www.gestoririfiuti.abruzzo.it/).

RAEE (Registro dei produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche)


Il 5 novembre scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto 25 Settembre 2007, n. 185, "Istituzione e modalita' di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per l'ottimizzazione delle attivita' di competenza dei sistemi collettivi e istituzione del comitato d'indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151".

Per saperne di più

Indirizzo e contatti:

Copyright Camera di Commercio di Teramo. Partita IVA 00127790673 - P.E.C. cciaa.teramo@te.legalmail.camcom.it - Tutti i diritti riservati.