Camera di Commercio di Teramo



Motore di ricerca contenuti





News


Strumenti

Stampa questa pagina Invia questa pagina

Contenuto

Ex ruolo degli agenti di affari in mediazione


L' art. 74 del Decreto Legislativo n. 59 del 26/3/2010, ha soppresso il Ruolo degli Agenti di Affari in Mediazione.
Il D.M 26/10/2011 (G.U. n.10 del 13/01/2011) ha stabilito che, a decorrere dal 13/05/2012, la competenza a provvedere passa al Registro delle Imprese e REA.

Tessera del mediatore


La Camera di Commercio rilascia a ciascun mediatore persona fisica o società, la tessera di riconoscimento prevista dall'art. 26 del DPR n.1926 del 6/11/60. Si tratta di un documento previsto dalla legge che certifica il mediatore immobiliare come professionista del settore in possesso dei requisiti morali e professionali necessari per l'esercizio dell'attività di mediazione. Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26/10/2011 prevede il rilascio, a cura dell'Ufficio del registro delle imprese, di una tessera personale di riconoscimento, munita di fotografia e conforme al modello di cui all'allegato C del predetto decreto, a tutti i soggetti che esercitano l'attività di mediazione.

I vecchi tesserini di riconoscimento cartacei non sono più validi, devono essere restituiti all'ufficio Registro Imprese e sostituiti dalla nuova tessera che verrà rilasciata a seguito dell'aggiornamento della propria posizione nel Registro.

La tessera ha validità quattro anni dalla data di rilascio.

Condizioni per il rilascio della tessera:

  • attività di mediazione denunciata al Registro Imprese;
  • deposito della modulistica che si utilizza e della polizza assicurativa stipulata.

La Tessera costituisce anche un valido strumento per la lotta all'abusivismo che va ad aggiungersi a quelli già utilizzati dalla CCIAA per reprimere questo fenomeno.

A chi è destinata

La tessera può essere rilasciata solo alle persone fisiche che a qualunque titolo (titolare, socio, amministratore, collaboratore, preposto, ecc.) svolgono attività di mediazione per conto di un'impresa costituita in forma individuale ovvero in forma societaria.
Il soggetto che esercita l'attività presso più imprese, dovrà essere in possesso di un tesserino per ciascuna di esse.

Caratteristiche della Tessera

La tessera personale di riconoscimento ha le dimensioni di un bancomat e riporta il logo della Camera di Commercio, nonchè i dati identificativi del soggetto e la sua posizione al Registro Imprese se trattasi di ditta individuale o la posizione al Registro Imprese della Società presso la quale il mediatore svolge la suddetta, la data del rilascio e la validità quadriennale del documento.

Modalità per il rilascio e costi

Il rilascio del tesserino di riconoscimento previsto dalla normativa vigente, obbligatorio per i mediatori e facoltativo per gli agenti di commercio, verrà effettuato dalla Camera di Commercio agli iscritti abilitati allo svolgimento dell'attività di mediazione in fase di iscrizione al Registro delle Imprese (SCIA) o in occasione della presentazione della prima pratica I2 o S5 utile (compilando il Modello MEDIATORI - Sezione Aggiornamento Posizione REA per le imprese attive - Sezione Anagrafica per le nuove iscrizioni), inserendo nel RIQUADRO NOTE la seguente dicitura: "deposito fotografia e copia documento di identità per il rilascio della tessera di riconoscimento a nome.... Si autorizza l'ufficio al prelievo dell'imposta di bollo e dei diritti di segreteria")

Essendo il rilascio del tesserino di riconoscimento dovuto, la relativa domanda di rilascio dovrà essere contestuale alla denuncia di inizio attività presentata in modalità telematica al Registro delle Imprese o alla prima pratica utile di variazione.
Per il rilascio occorre:

1. Allegare una foto del richiedente firmata digitalmente dallo stesso (non sono ammesse modalità di firma diversa, né possibilità di delega ad altre persone); il relativo file deve avere la stessa estensione degli altri file allegati, ovvero formato PDF. P7M e deve scaturire da una foto originale e non scansionata da precedente foto.

Caratteristiche della foto
La foto tessera deve avere le seguenti caratteristiche, consuete a questa tipologia di documento:
–proporzioni circa 4 (altezza) : 3 (larghezza),

–la foto deve mostrare interamente la testa e la sommità delle spalle,

–deve essere chiaramente identificabile il viso del soggetto in posizione frontale

–non devono essere presenti altri elementi all'interno della foto

–formato a colori o in bianco e nero

1. Pagamento dell'imposta di bollo di € 16,00, previsti per il rilascio del tesserino (l'importo sarà trattenuto in aggiunta all'importo relativo all'imposta di bollo dovuta per la denuncia di inizio attività presentata al Registro delle Imprese, quando dovuta);
2. Pagamento dei diritti di segreteria di € 25,00, previsti per il rilascio del tesserino (l'importo sarà trattenuto in aggiunta all'importo dei diritti di segreteria dovuti per la denuncia di inizio attività presentata al Registro delle Imprese);
3. Se la richiesta del tesserino è contestuale ad una pratica di aggiornamento (anche successiva al termine decadenziale del 30 settembre 2013), sono dovuti anche i diritti di segreteria di € 18,00 (impresa individuale) o € 25,00 (società);

Nel caso in cui la foto non venisse allegata alla denuncia la pratica verrà sospesa, e ne verrà chiesta la regolarizzazione mediante l'inserimento nella denuncia della foto firmata digitalmente. Se allo spirare del termine concesso l'istanza non risultasse regolarizzata, o venisse regolarizzata parzialmente, la posizione verrà aggiornata senza rilasciare il tesserino di riconoscimento.

Il ritiro avverrà presso la sede camerale di Teramo, Via Savini 48/50, a partire dalla data comunicata a mezzo PEC. Il ritiro potrà avvenire di persona o da parte di un delegato appositamente incaricato con lettera firmata dal delegante accompagnata da un documento di identità valido.

Sia i Mediatori che gli Agenti e Rappresentanti di Commercio potranno richiedere il rilascio del tesserino anche in un momento successivo (sempre che tale rilascio non sia avvenuto contestualmente alla presentazione della denuncia di inizio attività), inviando una pratica telematica composta da un modello S5 (società) o I2 (imprese individuali) - Modello ARC o Modello MEDIATORI (cliccando in Starweb "Definisci Modello" del «Modello mediatori, agenti e rappresentanti di commercio, spedizionieri, mediatori marittimi»), chiedendo il rilascio del tesserino tramite l'inserimento di tale richiesta nel quadro note del relativo modello e allegando la foto con le stesse modalità già illustrate.

Esame mediatori - Iscrizioni


La data dell'esame scritto per l'abilitazione allo svolgimento dell'attività di agente di affari in mediazione (L. 39/89) è fissata a martedì 8 aprile 2014, con inizio alle ore 9,30, presso la sede della Camera di Commercio di Teramo (Sala Multimediale), in Via Savini 48/50. 

Le domande di ammissione all'esame, complete degli allegati richiesti, dovranno essere recapitate (consegnate a mano all'Ufficio Albi e Ruoli c/o Registro Imprese, all'indirizzo PEC o inviate per posta) in Camera di Commercio improrogabilmente entro il termine del 31 marzo 2014. Per la consegna a mezzo posta  - raccomandata A.R. - è valida la data di invio postale. La Camera di Commercio non risponde di ritardi del servizio postale che si protraggano oltre il tempo utile alla formazione degli elenchi dei candidati negli atti camerali.
Il presente avviso è valido ai fini della convocazione.
Sarà inviata, in tempo utile, comunicazione a mezzo PEC o raccomandata A.R. ai soli nominativi esclusi a seguito di istruttoria formale dell'ufficio.
Ogni eventuale aggiornamento relativo alla data di svolgimento degli esami scritti sarà pubblicato - in tempo utile - esclusivamente in questa sezione del sito Web camerale, senza l'invio di alcuna comunicazione ad personam.
Si ricorda che l’assenza alla prova scritta deve essere comunicata prima dello svolgimento della stessa e regolarizzata, con successiva documentazione scritta, per aver diritto a partecipare alla sessione successiva senza la presentazione di una nuova domanda.

Vai alla modulistica

Attività di agente di affari in mediazione


Il 12 maggio 2012 sono entrate in vigore le disposizioni di semplificazione contenute nel Decreto legislativo 59 del 2010 che riguardano il procedimento amministrativo di inizio dell'attività di mediazione immobiliare, compresa la fattispecie di mandatario a titolo oneroso nel settore immobiliare e merceologico.

Pertanto a partire dal 12 maggio 2012, ai sensi del D.M. 26.10.2011 – decreto attuativo della "Direttiva Servizi", è soppresso il Ruolo provinciale degli Agenti di Affari in Mediazione (non può più essere utilizzata la vecchia modulistica).

Le persone fisiche e le società interessate dovranno presentare all'Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio nel cui circondario è stabilita la sede operativa, utilizzando la procedura telematica della Comunicazione Unica, una Segnalazione di Inizio Attività corredata delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorietà riguardanti ad esempio il possesso dei requisiti morali e professionali richiesti dall'art. 2 della legge 39/1989 per l'esercizio dell'attività. Con le stesse modalità dovranno essere comunicate le eventuali successive modifiche inerenti l'attività e i soggetti in possesso dei requisiti professionali e morali.
Restano immutati, quindi, i requisiti soggettivi, morali, professionali, normativamente prescritti, il cui effettivo possesso sarà verificato dall'Ufficio del Registro delle Imprese delle Camere di commercio.

Le persone fisiche attive come imprese individuali e le società già iscritte nel Ruolo sono tenute a inviare in modalità telematica all'Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio nel cui circondario è stabilita la sede principale, entro il 30 settembre 2013, una istanza di aggiornamento della propria posizione, tramite il modello informatico "Mediatori" sezione "Aggiornamento posizione RI/REA" per ciascuna sede o unità locale, pena l'inibizione alla continuazione dell'attività adottata con provvedimento del Conservatore del Registro delle Imprese.

Le persone fisiche iscritte al Ruolo che non svolgono l'attività in forma di impresa alla data del 12 maggio 2012 sono tenute a inviare in modalità telematica all'Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio nel cui circondario è stabilita la loro residenza, entro il 30 settembre 2013, una istanza di iscrizione della propria posizione nel REA (Repertorio Economico Amministrativo), tramite il modello informatico "Mediatori" sezione "Iscrizione apposita sezione (Transitorio)". Trascorso il termine del 30 settembre 2013, l'interessato decade dalla possibilità di iscrizione nell'apposita sezione del REA.

L'iscrizione nel soppresso Ruolo, tuttavia, costituisce per le persone fisiche fino al 12 maggio 2016, requisito professionale abilitante per l'avvio dell'attività di mediazione immobiliare e/o merceologica.

A partire dal 12 maggio 2012, inoltre, le imprese individuali e le società sono tenute a nominare, presso ogni sede ed eventuali unità locali dove si svolge l'attività, almeno un soggetto in possesso dei requisiti di idoneità di cui all'art. 3 della legge 39/89, che a qualsiasi titolo esercita l'attività di mediazione per conto dell'impresa. Tale adempimento deve essere effettuato inviando in modalità telematica all'Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio nel cui circondario è stabilita la sede principale una istanza di svolgimento dell'attività, tramite il modello informatico "Mediatori" sezione "Requisiti".

Dalla stessa data, le imprese individuali e le società devono rendere disponibili all'utenza in ogni sede ed unità locale in cui viene svolta l'attività di mediazione, mediante esposizione nei locali oppure con l'utilizzo di strumenti informatici, le informazioni relative ai compiti e alle attività svolte dai soggetti operanti nella sede ed eventuali unità locali.

Il deposito di moduli e formulari deve essere effettuato esclusivamente per via telematica mediante il modello informatico "Mediatori" sezione "Formulari". La compilazione della sezione "Formulari" è effettuato preventivamente alla messa in utilizzo dei moduli e formulari oggetto di deposito. Nel caso in cui il deposito sia contestuale all'avvio dell'attività la compilazione della sezione "Formulari" deve essere contestuale alla compilazione della sezione "SCIA" del modello "Mediatori".

(Mediazione occasionale) Alle persone fisiche in possesso dei requisiti soggettivi, morali e professionali di cui all'art. 2 della legge 39/89 è consentito di svolgere l'attività di mediazione in modo occasionale e discontinuo nel rispetto degli obblighi di legge, per un periodo non superiore a sessanta giorni in un anno. Lo svolgimento dell'attività di mediazione occasionale è subordinata, inoltre, alla iscrizione dell'interessato nell'apposita sezione del REA. Per effettuare tale iscrizione è necessario segnalare l'inizio dell'attività di mediazione occasionale per via telematica mediante compilazione e sottoscrizione della sezione "SCIA – MOC" del modello informatico "Mediatori" nella quale deve essere indicata, a pena di irricevibilità, la data di cessazione dell'attività di mediazione occasionale. La SCIA di inizio attività di mediazione occasionale non può essere presentata più di una volta all'anno.

Visualizza l'appendice tecnica con i modelli ministeriali.

Chi è l'agente di affari in mediazione
L'agente di affari in mediazione (o, più semplicemente, il mediatore) è colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza.
Dal mediatore va tenuto distinto il mandatario a titolo oneroso che opera nel settore immobiliare, e che riceve l'incarico da una sola parte, della quale solamente tutela gli interessi e dalla quale solamente è legittimato a pretendere la provvigione.

Tipologie di attività
Agenti immobiliari: agenti che svolgono attività per la conclusione di affari relativi ad immobili ed aziende;
Agenti merceologici: agenti che svolgono attività per la conclusione di affari concernenti merci, derrate e bestiame;
Agenti con mandato a titolo oneroso: i mandatari a titolo oneroso che operano nel settore immobiliare per conto e su incarico di una sola parte dalla quale esclusivamente possono pretendere la provvigione;
Agenti in servizi vari: agenti che svolgono attività per la conclusione di affari relativi al settore dei servizi, nonché tutti gli altri agenti che non trovano collocazione in una delle altre sezioni.E' possibile ottenere l'abilitazione per più tipologie. L'agente deve limitarsi a svolgere gli atti di mediazione riservati alla tipologia denunciata. L'abilitazione è necessaria per tutti coloro che effettivamente esercitano l'attività di mediazione (quindi sia i titolari dell'agenzia che coloro che operano per conto dei titolari, es. procuratori, dipendenti, collaboratori, ecc.) anche in maniera discontinua e occasionale.
L'abilitazione è necessaria anche per i mandatari a titolo oneroso che operano nel settore immobiliare. Solo coloro che sono abilitati hanno diritto a percepire la provvigione dovuta dalle due parti messe in contatto quale corrispettivo per l'attività di mediazione svolta. Il mediatore, nell'esercizio della sua attività, deve assumere un ruolo del tutto imparziale rispetto alle parti che mette in contatto e la sua attività non deve essere influenzata da interessi di parte.

Nota bene: l'allegato contenente la modulistica ministeriale è contenuto in questa pagina solo per visione, poichè la stessa dovrà essere compilata on-line (generando un formato XML) dagli appositi applicativi telematici utilizzando Comunica-Starweb. E' possibile usare eccezionalmente il software Fedra, per le imprese individuali, fino all'entrata in vigore della nuova modulistica informatica (1° giugno 2012).

Come presentare le istanze (agenti di affari in mediazione)

Da allegare a modulo RI/REA: I1/I2/INT P/S5/UL:
- Allegato A - Modello MEDIATORI, suddiviso nelle seguenti sezioni SCIA, MODIFICHE, SEZIONE REQUISITI, SEZIONE FORMULARI, SCIA MEDIAZIONE OCCASIONALE, ISCRIZIONE APPOSITA SEZIONE (A REGIME) e le seguenti sezioni da utilizzarsi unicamente per la fase transitoria dal 12 maggio 2012 al 30 settembre 2013: AGGIORNAMENTO POSIZIONE RI/REA, ISCRIZIONE APPOSITA SEZIONE (TRANSITORIO);

Da allegare a modulo RI/REA: I1/I2/INT P/S5/UL:
- Allegato B – Modello Intercalare REQUISITI, per l'indicazione dei requisiti posseduti dal titolare/legali rappresentanti, dal preposto, nonché dai soggetti che svolgono l'attività per conto dell'impresa.

Per l'esercizio dell'attività di mediazione deve essere costituita una congrua garanzia assicurativa a copertura dei rischi professionali a tutela dei clienti.
Minimo di coperture assicurative:
euro 260.000,00 per le imprese individuali
euro 520.000,00 per le società di persone
euro 1.550.000,00 per le società di capitali

Nel modello Mediatori deve essere dichiarato:
di aver stipulato, ai sensi dell'art. 18 della legge 5.3.2001, n. 57, ai fini dell'esercizio dell'attività, una polizza assicurativa a copertura dei rischi professionali e a tutela dei clienti, con una Compagnia di Assicurazione.

Deposito moduli e formulari
Il mediatore che per l'esercizio della propria attività si avvalga di moduli o formulari propri nei quali siano indicate le condizioni del contratto, deve depositarne copia informatica presso la Camera di Commercio.

Nel modello Mediatori deve essere dichiarato:
· di utilizzare formulari C.C.I.A.A.
ovvero:
· di utilizzare formulari propri (nel qual caso dovranno essere depositati in copia informatica)
ovvero:
· di non utilizzare formulari

Incompatibilità
L'esercizio dell'attività di mediazione è incompatibile:
1. con l'attività lavorativa svolta in qualità di dipendente di persone, società, enti privati e pubblici, ed esclusione delle imprese di mediazione;
2. con l'esercizio di qualsiasi attività imprenditoriale e professionale, esclusa quella di mediazione comunque esercitata (non è quindi incompatibile l'attività svolta dai mediatori creditizi).


Requisiti per ottenere l'abilitazione
Per esercitare l'attività di agente di affari in mediazione occorre essere in possesso di determinati requisiti. Nel caso in cui sia una società i requisiti devono essere posseduti personalmente da tutti i legali rappresentanti ed eventuali preposti.

Requisiti generali:
- maggiore età;
- essere cittadino italiano o di uno degli stati membri dell'Unione Europea o straniero non comunitario residente in Italia munito di permesso di soggiorno, in corso di validità ed idoneo allo svolgimento di attività lavorativa autonoma;
- aver conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Requisiti morali:
1. Avere il godimento dei diritti civili;
2. Non essere stato interdetto o inabilitato;
3. Non avere procedure fallimentari a proprio carico ancora aperte (Riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali a norma dell'articolo 1, comma 5 della L. 14 maggio 2005, n° 8;
4. Non essere stati condannati, salvo che non sia stata ottenuta la riabilitazione, per i seguenti delitti: delitti contro la Pubblica Amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l'economia pubblica, l'industria e il commercio; omicidio volontario; furto, rapina estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, delitti non colposi per i quali la legge prevede pene detentive non inferiori a due anni e contemporaneamente pene massime non inferiori a cinque anni.
5. Non essere stati sottoposti a misure di prevenzione contro la delinquenza mafiosa.

Requisiti professionali:
1. Aver superato l'esame presso la Camera di Commercio di Teramo.

L'Ufficio competente a ricevere la dichiarazione verificherà l'esistenza dei requisiti procedendo, in caso di esito negativo, al divieto di prosecuzione di attività entro 60 giorni dalla presentazione della SCIA.

Costi
versamento delle tasse di concessione governative sul c/c postale 8003 per un importo pari a euro 168,00 (centosessantotto/00), intestato ad Agenzia delle Entrate causale: "S.c.i.a. Agente di affari in mediazione". L'attestazione del versamento, contraddistinta da un codice numerico e dall'indirizzo dell'ufficio postale, dovrà rimanere a disposizione presso l'impresa per eventuali controlli dell'Ufficio competente.
 

Adempimenti ex Ruoli: scadenza prorogata al 30 settembre 2013


La scadenza del 12 maggio 2013 per l'aggiornamento al Registro delle Imprese e al Rea delle posizioni precedentemente iscritte nei ruoli ed elenchi soppressi è prorogata al 30 settembre 2013. Lo stabilisce il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 23 aprile scorso.

On-line i quiz per l'esame dei mediatori


Disponibile il software di esercitazione e simulazione per l'esame per mediatori, raggiungibile all'indirizzo: http://apps.te.camcom.it/med

Per informazioni:

Savino Savini - tel. 0861.335268
savino.savini@te.camcom.it


Indirizzo e contatti:

Copyright Camera di Commercio di Teramo. Partita IVA 00127790673 - P.E.C. cciaa.teramo@te.legalmail.camcom.it - Tutti i diritti riservati.