Camera di Commercio di Teramo

Finanziamenti

Logo CCIAA Teramo
RICERCA ASSISTITA
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Finanziamenti

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE ALL'ESTERO

La Camera di Commercio di Teramo, nell’ambito delle iniziative promozionali destinate al sistema economico locale, intende favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese della provincia di Teramo, tramite contributi a fondo perduto per la partecipazione delle pmi a fiere internazionali.
Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando, le imprese di tutti i settori operanti nella provincia di Teramo di cui all'articolo 2.
Le manifestazioni, per la cui partecipazione le imprese possono richiedere contributo all'Ente camerale, sono le fiere e mostre specializzate, di qualsiasi settore economico, svolte in un paese estero nel corso dell'anno 2016. Possono essere ammesse a contributo anche le “campionarie” che si svolgono all’estero, nei Paesi in cui non esistono manifestazioni specializzate di settore.
Per le finalità di cui al presente bando la Giunta Camerale ha stanziato, per l'anno 2016, la somma di € 50.000.
Le domande di contributo, redatte sulla base del fac-simile allegato al presente Bando, sottoscritte dal titolare o rappresentante legale dell’impresa, dovranno essere trasmesse esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata: cciaa.teramo@te.legalmail.camcom.it dal 24 febbraio fino al 10 dicembre 2016.


Regolamento

Fac Simile Domanda

Per saperne di più:

Tonia Ruggieri
Promozione, Studio dell'Economia e Servizi alle Imprese
Servizi alle Imprese e Fondi Comunitari
CELL. 328/4773510
TEL. +39 861-335233 FAX +39 861-335400
MAIL: tonia.ruggieri@te.camcom.it
 

AVVISO PUBBLICO PER ASPIRANTI IMPRENDITORI IN NUOVE ATTIVITA' D'IMPRESA

(Creazione e Start up di nuove imprese giovanili, femminili, sociale, innovative e di immigrati)

Delibera di Giunta n. 171 del 18/12/2015.
La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) di Teramo nell'ambito del Fondo perequativo (Fp) annualità 2014 di Unioncamere d'italia, progetto Codice 196 “ Sviluppo servizi di sostegno delle CCIAA d'Abruzzo alla creazione e allo start up di nuove imprese ( giovanili, femminili, sociale, innovative e di immigrati)”, d'intesa con Unioncamere Abruzzo, titolare e gestore del progetto regionale per l'Abruzzo, pubblica l'avviso di apertura delle candidature alla partecipazione ad un percorso didattico-formativo e di assistenza alla creazione di nuove imprese giovanili, femminili, nel sociale, innovative e di immigrati, per aspiranti imprenditori in qualsiasi settore economico.
L'attività del Percorso didattico formativo e di assistenza in Moduli - nel numero di 7 - nell'ambito del Progetto Codice 196 del Fp 2014, è prevista nel periodo Gennaio – Luglio 2016 con l'obiettivo della creazione di nuove imprese e l'iscrizione al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (CCIAA) della provincia di Teramo.
Destinatari sono giovani e adulti aspiranti imprenditori aventi almeno 18 anni di età compiuta, di sesso maschile e femminile, residenti in Abruzzo, con cittadinanza italiana e immigrati in regola con le norme vigenti nell'immigrazione per svolgere attività lavorativa in Italia.
Gli interessati aspiranti imprenditori della provincia di Teramo sono invitati a presentare, a partire dal giorno 22 Dicembre 2015 la Domanda di partecipazione debitamente compilata e sottoscritta, alla CCIAA di Teramo con sede a Teramo in Via Savini 48/50 tramite Email all'indirizzo promozione@te.camcom.it o consegnata a mano direttamente presso la sede della CCIAA di Teramo entro e non oltre il giorno 22 Gennaio 2016 alle ore 11,00.

ATTENZIONE: IL TERMINE E' PROROGATO AL 22 FEBBRAIO 2016

 Domanda di partecipazione

 

Per saperne di più:

Tonia Ruggieri
TEL. +39 861-335233
E-MAIL: tonia.ruggieri@te.camcom.it



 

Contributi a fondo perduto per l'avvio di nuove attività imprenditoriali ed a favore delle imprese femminili

La Camera di Commercio di Teramo, allo scopo di sostenere la diffusione della cultura imprenditoriale giovanile e femminile, la creazione di nuove imprese e per contribuire a combattere la disoccupazione e favorire la creazione di nuovi posti di lavoro, eroga contributi a fondo perduto per l'avvio di nuove attività imprenditoriali ed a favore delle imprese femminili.
 
La somma stanziata per l'erogazione dei contributi ammonta a € 50.000,00.
 
Possono beneficiare delle agevolazioni previste di cui al presente bando:
 
 
a) le nuove imprese giovanili;
 
b) le imprese femminili.
 
 
Per fruire dei benefici le imprese dovranno presentare domanda alla Camera di Commercio di Teramo, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo cciaa.teramo@te.legalmail.camcom.it , corredata di tutta la documentazione necessaria per ottenere il contributo, dalle ore 8,00 del 17/11/2015 fino ad esaurimento risorse, e comunque non oltre il 15/12/2015.
 
Regolamento

Fac simile domanda

Resoconto contributi assegnati

 



Per saperne di più:

Catia Durante
Tel. 0861/335256 




 Bando Autoimprenditorialità MISE Invitalia

Domande dal 13 gennaio 2016

Sulla base dell’esperienza maturata nell’applicazione del principale strumento nazionale di sostegno alla realizzazione e all’avvio di nuove attività imprenditoriali di piccola dimensione, il decreto legislativo n. 185/2000 di cui Invitalia è il soggetto gestore, è stata introdotta dal legislatore una radicale modifica degli incentivi in favore dell’autoimprenditorialità di cui al Titolo I del citato decreto legislativo.

Per l’applicazione dell’intervento è stato adottato il nuovo regolamento con il decreto 8 luglio 2015, n. 140.

Le principali novità sono:

si rivolge non solo ai giovani fino a 35 anni, ma anche alle donne indipendentemente dall’età;

  • è applicabile non più nelle sole aree svantaggiate ma in tutto il territorio nazionale;

  • non prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto, ma solo la concessione di mutui agevolati a tasso zero, per investimenti fino a 1,5 milioni di euro (per singola impresa);

  • possono presentare la domanda di accesso alle agevolazioni le imprese costituite al massimo da 12 mesi;

  • possibilità di presentazione della domanda anche da parte di persone fisiche che intendono costituire una società.

 

 

Sono agevolabili, fatti salvi alcuni divieti e limitazioni previsti dal regolamento comunitario sugli aiuti d’importanza minore, cosiddetti de minimis, le iniziative che prevedono programmi d’investimento non superiori a 1,5 milioni di euro relativi a:

 

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;

  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;

  • commercio e turismo;

  • attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità giovanile, riguardanti:

    • la filiera turistico-culturale (intesa come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi);

    • l’innovazione sociale (intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative).

Le agevolazioni sono concesse, sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, ai sensi e nei limiti del sopra citato regolamento de minimis, che prevede, in particolare, che le imprese possono beneficiare delle agevolazioni fino al limite massimo di 200 mila euro, tenuto conto di eventuali ulteriori agevolazioni già ottenute dall’impresa a titolo di de minimis nell’esercizio finanziario in corso alla data di presentazione dell’istanza e nei due esercizi finanziari precedenti.

L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento esterno, in una forma priva di qualsiasi tipo di sostegno pubblico, pari al 25% delle spese ammissibili complessive.

Con circolare direttoriale 9 ottobre 2015 n. 75445 sono stati definiti i termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione.

Le domande di agevolazione, corredate dei piani di impresa e della documentazione potranno essere presentate al Soggetto gestore a partire dal giorno 13 gennaio 2016.

Per maggiori informazioni

 

 

Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2015

 

 BANDI ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA


Sono disponibili i bandi per contributi alle associazioni di categoria e istituzioni non profit e onlus

Le iniziative hanno lo scopo di sostenere gli interventi di promozione economica realizzati dalle Associazioni di Categoria (e Ordini professionali) e dai Consorzi di Imprese e dalle Istituzioni non Profit e Onlus al fine di garantire la trasparenza e l'imparzialità dell'azione amministrativa ai sensi dell'art. 12 della L. 241/1990 e dei principi comunitari di non discriminazione e trasparenza.

L'Ente camerale interviene a sostegno delle iniziative sopra descritte tenendo conto dei seguenti criteri:

1) privilegiare le azioni che abbiano incidenza diretta e duratura sul sistema economico provinciale, rispetto a quelle che abbiano riflessi indiretti o soltanto temporanei;

2) evitare la polverizzazione delle risorse concentrandole verso le iniziative di maggior rilievo;

3) evitare la concessione di contributi a pluralità di soggetti per iniziative di carattere analogo o riguardanti i medesimi temi di interesse generale;

4) favorire la rotazione degli operatori fruenti delle agevolazioni, in modo da promuovere, su base pluriennale, un'allocazione equilibrata delle risorse dal punto di vista delle finalità promozionali, dei settori economici e delle aree del territorio.

Sempre nel quadro delle finalità sopra individuate, la Camera di Commercio dà priorità alle iniziative:

a) che si inseriscono in programmi, preferibilmente pluriennali, di sviluppo, rispetto ad iniziative di carattere sporadico ed occasionale;

b) promosse da Enti pubblici ovvero da Associazioni di categoria, escludendo le iniziative che abbiano interesse interno e che non siano aperte alle generalità dei soggetti interessati;

c) promosse da Consorzi di imprese, società e/o organismi partecipati o controllati dalla Camera di Commercio;

d) che abbiano lo scopo di fornire servizi di interesse comune degli operatori.

 

Domanda di contributo
Regolamento





 

Riferimenti e contatti

Servizi alle Imprese
Via Francesco Savini, 48-50, Teramo, Teramo, 64100, Abruzzo, Italia
Telefono: 0861335233

Condividi questa pagina

In questa pagina

- Inizio della pagina -
Il progetto Camera di Commercio di Teramo è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it