Camera di Commercio di Teramo

Metrologia

Logo CCIAA Teramo
RICERCA ASSISTITA
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Metrologia

UFFICIO METRICO


La metrologia legale é quella parte della metrologia che tratta le unità di misura legali, i metodi di misura e gli strumenti metrici in ordine alle disposizioni giuridiche e tecniche che si prefiggono la garanzia della correttezza nelle determinazioni quantitative interessanti la fede pubblica.

I requisiti degli strumenti di misura sono stabilite dal Ministero dello Sviluppo Economico, in armonia con le disposizioni comunitarie in materia, attraverso l'emanazione di norme che gli Uffici Metrici provvedono a far rispettare.

Nella competenza degli Uffici Metrici rientra anche la disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi (concessione del marchio di identificazione, vigilanza, prelievo di campioni di oggetti in metallo prezioso al fine della verifica dell'accertamento del titolo dichiarato).

 


D.M. n. 93 del 21 aprile 2017 G.U. 141 del 20 giugno 2017
Il 18.09.2017 é entrato in vigore il Decreto Ministeriale n. 93 del 21 aprile 2017 recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale ed europea.
Per consultare il testo clicca qui

 

Aggiornamento tariffe metriche.

Sono aggiornate, con decorrenza 1° gennaio 2011,  le tariffe per servizi metrici, così come stabilito con deliberazione della Giunta camerale n. 200 del 21.12.2010, in funzione di quanto dispone l'art. 11 del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico emesso di concerto con il Ministero dell'Economia e Finanze 7 dicembre 2006: "Le Camere di Commercio provvedono ogni tre anni all'aggiornamento delle tariffe sulla base delle variazioni degli elementi di costo intervenute nel triennio precedente".

Restano invariate le tariffe per servizi metrici resi per i misuratori di carburante per autotrazione operanti nel settore della distribuzione su strada.

- Tariffario
 
- Tariffario per servizi metrici resi per misuratore di carburante su strada

 

Funzioni di controllo e verifica

Dal 1° settembre 2000 le funzioni di controllo e verifica ispettiva svolte dagli uffici metrici provinciali (dell'allora Ministero dell'Industria) sono state attribuite alle Camere di Commercio. Con l'esercizio di tale competenza, svolta tramite funzionari incaricati (ufficiali metrici) le Camere controllano, periodicamente o quando necessario, l'efficienza dei principali strumenti di misura utilizzati nelle transazioni commerciali e di servizi; esercitano la sorveglianza sui marchi di identificazione dei metalli preziosi; svolgono sopralluoghi presso le officine meccaniche che montano e riparano cronotachigrafi.
 
 
 
Verifiche periodiche: il Decreto MISE 21 Aprile 2017, n.93  prevede che gli strumenti di misura utilizzati per le funzioni di misura legali debbano essere sottoposti a verificazione periodica con le periodicità sotto riportate, che decorrono dalla data della loro messa in servizio e, comunque, da non oltre due anni dalla marcatura CE e della marcatura metrologica supplementare e successivamente almeno cinque giorni lavorativi prima della scadenza della precedente.(in caso di inottemperanza sono previste sanzioni amministrative,  nonché l'eventuale sequestro degli strumenti).

  • Pesi e misure di capacità: 4 anni
  • Strumenti per pesare a funzionamento non automatico: 3 anni
  • Sistemi di misurazione continua e dinamica di quantità di liquidi diversi dall'acqua: 2 anni
  • Misuratori massicci di gas metano per autotrazione: 2 anni
  • Strumenti per pesare a funzionamento automatico, selezionatrici ponderali per preconfezionati ed etichettatrici di peso e di peso/prezzo: 1 anno
  • Strumenti per pesare a funzionamento automatico di altre tipologie : 2 anni
  • Per i contatori dell'acqua, del gas, di energia elettrica attiva, di calore, per i dispositivi di conversione del volume e per gli altri tipi di strumenti si rimanda al Decreto MISE 21 Aprile 2017, n.93.

La richiesta di verifica, redatta secondo l'apposito modulo, va inviata all'Ufficio Metrico della Camera di Commercio I.A.A. insieme con l'attestazione di pagamento.  Il versamento (vedi tariffario) potrà essere eseguito direttamente presso l'Ufficio Provveditorato della Camera di Commercio I.A.A. di Teramo ovvero, specificando nella causale del versamento "Verifica a domicilio di strumenti metrici':

a) sul c/c postale 00202648 intestato alla Camera di Commercio I.A.A. di Teramo;

b) con bonifico bancario a favore della Camera di Commercio I.A.A. di Teramo sul conto in essere presso la Banca Popolare di Bari Agenzia di Teramo, specificando il seguente codice IBAN: IT 47 M 05424 04297 000 000 000 560.
 
Strumenti riparati: quando uno strumento, utilizzato per le funzioni di misura legali, viene sottoposto ad interventi di riparazione che comportano la rimozione di etichette e di sigilli anche di tipo elettronico è obbligatorio richiedere una nuova verifica periodica, entro dieci giorni lavorativi dall'avvenuta riparazione.
 
Marchi di identificazione dei metalli preziosi: coloro che vendono platino, palladio, oro e argento in lingotti, verghe, laminati, profilati e semilavorati in genere o che fabbricano o importano oggetti contenuti metalli preziosi citati. Gli oggetti in metallo prezioso devono riportare obbligatoriamente il titolo e il marchio di identificazione caratterizzato un numero progressivo e dalla sigla della provincia.

Cronotachigrafi: Le officine meccaniche che intendono montare/o riparare cronotachigrafi montati su automezzi devono inviare opportuna richiesta all'ufficio metrico il quale a seguito di idoneo sopralluogo, invierà la richiesta al MISE per l'ottenimento dell'autorizzazione.

 

Marcatura metalli preziosi con tecnologia Laser

Con il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 4 settembre 2015, che approva le istruzioni operative, per apporre il marchio di identificazione ed il titolo legale sugli oggetti in metallo prezioso utilizzando la tecnologia Laser, si è completato il procedimento di cui all'art. 12, comma 5 bis, del D.P.R. 30.5.2002, n. 150 come integrato dal D.P.R. 26.9.2012, n. 208.

La novità della tecnologia “Laser”, al contrario della matrice e del punzone di tipo fisico come attualmente in uso, è costituita dall'utilizzo di un “file” le cui caratteristiche sono tali da poter indirizzare, mediante apposita “marcatrice”, un raggio laser che consente di apporre, sugli oggetti in metallo prezioso, l'impronta del marchio di identificazione.

 

Per Informazioni


Gianfranco Ciofani - Tel. 0861-335260
e-mail: gianfranco.ciofani@te.camcom.it

Oreste Franceschini- Tel. 0861-335205
e-mail: oreste.franceschini@te.camcom.it

Riferimenti normativi

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 maggio 2002, n. 150

Regolamento recante norme per l'applicazione del decreto legislativo 22 maggio 1999, n. 251, sulla disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi. (GU n.173 del 25-7-2002 )

DECRETO LEGISLATIVO 29 dicembre 1992, n. 517

Attuazione della direttiva 90/384/CEE sull'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri in materia di strumenti per pesare a funzionamento non automatico. (GU n.306 del 31-12-1992 - Suppl. Ordinario n. 138 )
note: Entrata in vigore del decreto: 15/1/1993

Ministero dello Sviluppo Economico

Decreto Ministeriale 10 agosto 2007

Modalità e condizioni per il rilascio delle omologazioni dell'apparecchio di controllo e delle carte tachigrafiche, nonché delle autorizzazioni per le operazioni di primo montaggio e di intervento tecnico, ai sensi dell'articolo 3, comma 7, del D. M. 31.10.2003, n. 361

Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato
D.M. 24-5-1979
Condizioni e modalità per la concessione ad officine e montatori dell'autorizzazione ad effettuare operazioni di montaggio e di riparazione dei cronotachigrafi C.E.E., disciplinati dal regolamento (CEE) n. 1463/70 del 20 luglio 1970, e sue successive modificazioni ed integrazioni, nonché dalla relativa legge di attuazione 13 novembre 1978, n. 727.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 7 luglio 1979, n. 185.

Attuazione della direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di misura, e della direttiva 2014/32/UE del 26 febbraio 2014, come modificata dalla direttiva delegata (UE) 2015/13 del 31 ottobre 2014, concernente l'armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti di misura (rifusione), che ne dispone l'abrogazione

R.D. 23-8-1890 n. 7088
Approvazione del T.U. delle leggi sui pesi e sulle misure nel Regno d'Italia del 20 luglio 1890, n. 6991.
Pubblicato nella Gazz. Uff. 15 settembre 1890, n. 216.

 "Disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi, in attuazione dell'articolo 42 della L. 24 aprile 1998, n. 128"

Disposizioni tecniche di dettaglio per l'applicazione del marchio di identificazione e l'indicazione del titolo legale sugli oggetti in metallo prezioso con la tecnologia lase

 Istruzioni operative per l'applicazione della tecnologia laser alla marcatura degli oggetti in metallo prezioso e per lo svolgimento della relativa vigilanza

Diritti di segreteria per la maracatura laser sugli oggetti in metallo prezioso

Riferimenti e contatti

Condividi questa pagina

- Inizio della pagina -
Il progetto Camera di Commercio di Teramo è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it